CURA E CONSIGLI

Guida all’uso e alla manutenzione/Suggerimenti per la sicurezza


Gentile Cliente,

complimenti per l’acquisto della Sua nuova cucina di marca. Siamo sicuri che per molti anni Lei proverà ogni giorno la soddisfazione di avere una cucina, una marca che significa qualità, lavorazione accurata e tecnologia all’avanguardia. Abbiamo raccolto per Lei alcuni utili consigli e informazioni per il corretto utilizzo e la cura della Sua cucina, che troverà illustrati in dettaglio nei seguenti capitoli. E dovesse capitarLe di avere qualche dubbio, il Suo Rivenditore di fiducia sarà a Sua disposizione per darLe informazioni e supporto anche dopo l’acquisto.

Le auguriamo tante soddisfazioni con la Sua nuova cucina!

PDF Download

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Indicazioni di carattere generale

Le superfici di una cucina sono facili da curare. Per mantenere inalterata negli anni la qualità della Sua nuova cucina Le raccomandiamo comunque di curarla con regolarità e soprattutto in modo corretto. Perciò La invitiamo a seguire i semplici consigli che qui di seguito Le diamo.

Raccomandazioni generali per tutte le superfici

Le macchie vanno rimosse possibilmente subito. Spesso non è necessario neanche l’uso di detersivi, essendo sufficiente dell’acqua calda ed un panno morbido umido. Strofinate poi le superfici fino ad asciugarle. Se volete usare detersivi, allora vanno bene quelli soliti per uso domestico solubili nell’acqua o i detergenti per la cucina. Non usate detersivi liquidi aggressivi o saponi che possono provocare abrasioni! Anche i lucidanti, le cere ed i solventi possono essere inadatti alla pulizia delle superfici della cucina e fare più danni che benefici. Seguite le avvertenze dei produttori dei panni in microfibra, perché quest’ultimi hanno differenti caratteristiche strutturali e quindi potrebbero causare seri danni alle facciate. Non usate pulitrici a vapore. Il vapore provoca rigonfiamenti e porta alla distruzione dei mobili.

I diritti di garanzia decadono in caso di mancata osservanza delle istruzioni per la manutenzione.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Facciate in laminato

Si tratta di facciate di qualità particolarmente resistenti grazie all’utilizzo di pregiati materiali plastici.
Queste superfici vanno pulite solo con normali detergenti per uso domestico solubili in acqua o detergenti per la cucina, come ad es. Bref. La cosa migliore è utilizzare un po’ d’acqua calda e un panno morbido inumidito, strofinando le superfici fino ad asciugarle.
Non usate sostanze aggressive o abrasive, lucidanti o cere, spugne ruvide o pulitrici a vapore! Per lo sporco resistente (come ad es. vecchie macchie di grasso, crema da scarpe, pennarello ecc.) usare detergente per vetri. Fare prima una prova su una piccola superficie nascosta della cucina.

Istruzioni per la cura di frontali rivestiti di pellicole lucide

Il pannello del frontale è rivestito di una pellicola in materiale sintetico lucido che si distingue per la facilità di pulizia, in quanto la superficie è completamente chiusa. A differenza delle superfici opache, è possibile rimuovere senza fatica la sporcizia in modo semplice e a fondo senza ricorrere ad agenti chimici.
Si consiglia di rimuovere le pellicole protettive dei frontali solo a lavori di montaggio ultimati e al termine della prima operazione di pulitura, e poi di procedere seguendo le presenti istruzioni. Fare attenzione che i frontali non possono essere puliti a secco.
L’impiego di detergenti non completamente puri e di ausili per la pulizia abrasivi (come panni in microfibre, spugne ruvide, ecc.) può causare una maggiore formazione di graffi e non costituisce motivo di reclamo.
Le normali tracce di piccoli graffi riconoscibili attraverso la luce solare e alogena sono da ricondurre all’effetto lucido. Esse non rappresentano una riduzione del valore di utilizzo, ma risultano inevitabili a lungo termine, come per tutte le superfici lucide di automobili, vetri o arredamenti. Si raccomanda pertanto di utilizzare assolutamente un panno in cotone o in pelle di daino umido, perfettamente pulito e privo di polvere, che pulisca delicatamente e sia adatto anche alla successiva asciugatura.
Nel caso in cui durante la pulizia venisse assorbita polvere minerale o addirittura metallica, sciacquare costantemente gli strumenti utilizzati per evitare che le particelle di polvere lascino tracce sulla superficie lucida.
Si consiglia di sciacquare il più presto possibile con acqua eventuali macchie, soprattutto di sostanze e liquidi colorati, se necessario aggiungendo detergenti non corrosivi per uso domestico comunemente reperibili in commercio. Le macchie non devono seccare. Rimuovere macchie, spruzzi e depositi di grasso utilizzando una soluzione di sapone neutro.
Se si impiegano comuni detergenti per uso domestico, evitare di usare detergenti colorati concentrati e non diluiti, in quanto i coloranti utilizzati potrebbero lasciare residui.
Anche i DISINFETTANTI fanno parte delle sostanze aggressive che NON sono PERMESSE per la pulizia. Particolarmente aggressivi sono i prodotti contenenti cloruro di benzalconio. L’uso dei disinfettanti può rovinare o scolorire la superficie della superficie. I danni causati dall’impiego di prodotti per la pulizia non adatti non costituiscono motivo di reclamo.

Consigli per la pulizia di frontali con rivestimento acrilico lucido

I frontali acrilici presentano superfici di grande pregio con una particolare profondità di colore e un eccellente effetto lucido brillante. I frontali acrilici si distinguono perché offrono ottime possibilità di pulizia, in quanto la superficie è completamente chiusa.
Per questo lo sporco che vi aderisce può venire rimosso con ottimi risultati senza bisogno di esercitare grande forza o di ricorrere a prodotti chimici. Per mantenere a lungo l’alta qualità estetica, occorre svolgere correttamente le operazioni di pulizia e manutenzione.
Si invita quindi a utilizzare esclusivamente prodotti detergenti e lucidanti che non intacchino il rivestimento acrilico. Il trattamento con detergenti a base di solventi può causare nella superficie rivestita in acrilico tensioni che a lungo andare causano la formazione di finissime screpolature, a malapena percepibili. Si invita quindi a pulire i frontali esclusivamente con acqua saponata (v. istruzioni). Per proteggere in modo ottimale i frontali durante la lavorazione e il trasporto, i frontali stessi vengon consegnati ricoperti da una pellicola protettiva. La pellicola viene rimossa dall’installatore al termine del montaggio della cucina. Dopo la rimozione della pellicola protettiva la superficie in acrilico è ancora sensibile. La superficie indurirà ulteriormente per l’effetto dell’umidità atmosferica. Il processo può durare anche tre giorni, ma può venire accelerato da una prima pulizia effettuata in modo corretto.
– Per la prima pulizia, e per tutte quelle successive, si consiglia un panno morbido e pulito (no panni in microfibra!) imbevuto di soluzione saponata (massimo 1% di sapone, il resto acqua).
– La polvere e lo sporco secco possono venire rimossi con un panno morbido leggermente umido (no panni in microfibra!). Esercitare solo una leggera pressione per evitare rigature.
– Badare in ogni caso che i prodotti usati per la pulizia (panni, spugne, ecc.) siano assolutamente puliti. Le impurità minerali che vi fossero eventualmente contenute, quali sabbia o granelli di polvere, possono causare la rigatura delle superfici.
– Per ridurre la carica elettrostatica dei frontali, si può usare per la pulizia acqua con un normale detergente per piatti, oppure un detergente antistatico per plastica.
Sigillatura delle superfici:
Per migliorare la resistenza contro le rigature e i segni lasciati dal panno, i frontali acrilici vanno sigillati con un lucidante. A questo scopo consigliamo l’impiego del lucidante ULTRA GLOSS Superpolish. Per sigillare le superfici, è necessario procedere come indicato dalle istruzioni per l’uso allegate.
In determinate situazioni d’illuminazione (per es. sole o lampade alogene) sui frontali possono essere visibili leggere tracce d’uso. Tali tracce sono inevitabili a lungo termine, così come accade per le superfici lucide delle auto o di altri mobili. Tali tracce non costituiscono motivo di reclamo. Non impiegare detergenti alcolici o detergenti in crema, nè diluenti alla nitro o per resina, cere o pulitrici a vapore!

Facciate in legno massiccio o impiallacciate

Il legno è un materiale vivo, in cui sono presenti diversità di colore, struttura e conformazione che sono al di fuori dalla nostra garanzia. L’esposizione alla luce e ai raggi solari può comportare variazioni di colore a causa del materiale; esse pertanto non costituiscono motivo di reclamo.
L’umidità dell’aria influisce sul legno modificandone la forma, come ad esempio nelle ante a telaio, in cui la cornice in legno massiccio può presentare leggere variazioni a seconda del materiale. Il legno non va esposto ad aria né troppo umida, né troppo asciutta. L’ideale sarebbe un ambiente con un tasso di umidità medio dal 45 al 70%. Per questo è assolutamente importante accendere la cappa aspirante mentre si cucina e/o provvedere ad una sufficiente aerazione del locale. Le superfici sono protette da speciali lacche a più strati. Queste rendono gli sportelli pressoché inattaccabili dallo sporco.
La pulizia va effettuata con un panno leggermente umido o con una spazzola morbida inumidita. Strofinare o spazzolare sempre nel verso delle venature. Per evitare umidità residua nelle cornici, nei bordi e negli angoli, le ante vanno alla fine asciugate accuratamente.
Le macchie non vanno fatte seccare e devono essere rimosse immediatamente. Non utilizzare mai detergenti aggressivi o abrasivi, né lucidi, cere o pulitrici a vapore.

Facciate laccate

Pulire solo con normali detergenti per la casa solubili con acqua. Non utilizzare sostanze aggressive o abrasive, né lucidi, cere o pulitrici a vapore. Per lo sporco resistente (come ad es. vecchie macchie di grasso, crema da scarpe, pennarello ecc.) usare detergente per vetri. Provare prima il detergente su una piccola superficie nascosta!

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Vetro

Noi impleghiamo per le facciate vetri di sicurezza. Il vetro di sicurezza va pulito con normale detergente per i vetri e successivamente strofinato fino ad asciugarsi. Fare attenzione che nel pulire i vetri non entri umidità nei profili e nelle cornici delle ante. Per la pulizia delle lamelle di vetro degli armadietti “zoom” vanno utilizzate le speciali calamite fornite insieme al mobile.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Pulizia degli armadi

Per pulire gli armadi e le mensole con superfici in laminato, i cassetti ed i carrelli va usato un panno appena umido assieme ad un detergente liquido per la casa.
Dopo la pulizia i mobili vanno asciugati con un panno morbido!
Un panno troppo bagnato può far penetrare acqua nelle fessure e quindi causare rigonfiamenti nei mobili.
Evitare sostanze aggressive o abrasive, lucidanti o cere, spugne ruvide o pulitrici a vapore! Contro lo sporco resistente (vecchie macchie di unto, crema da scarpe, pennarello ecc.) usare detergente per vetri. Fare prima una prova su una piccola superficie nascosta! Un consiglio: per evitare il formarsi di sporco sui pensili poi difficile da togliersi, mettere carta di giornale sopra gli armadietti.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Piani di lavoro in laminato

I piani di lavoro rivestiti di laminato hanno superfici resistenti e sono facili da pulire con un normale detergente per uso domestico. Evitare sostanze aggressive o abrasive. I piani di lavoro resistono fino a 180 °C (norma DIN EN 438). Attenzione: pentole o padelle calde possono avere temperature superiori e quindi causare danni. Per questo mettete sempre un sottopentola. Si consiglia di usare un tagliere, dato che i tagli di coltello lasciano tracce anche nel resistente laminato. Anche se sono rivestite da superfici di qualità, i bordi in laminato sono per esperienza sempre più sensibili rispetto al piano di lavoro. Vanno quindi protetti ancora maggiormente da graffi. Evitare la penetrazione di acqua nei bordi dei piani di lavoro, nelle giunzioni e nelle zone in cui sono stati effattuati intagli. Ristagni e residui di acqua vanno immediatamente eliminati con un panno asciutto! Per evitare il formarsi di rigonfiamenti sotto il piano di lavoro dovuti al vapore proveniente dalla lavastoviglie, consigliamo di lasciare quest’ultima chiusa per almeno 30 minuti dopo il termine del programma di lavaggio. Per questo genere di danni non diamo alcun tipo di garanzia.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Taglieri in legno massiccio

Per evitare deformazioni il tagliere va bagnato durante la pulizia su entrambi i lati. Il tagliere va anche asciugato su entrambi i lati. Ogni tanto la tavola dovrebbe essere trattata con olio di semi. Attenzione! Non pulire il tagliere nella lavastoviglie.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Maniglie / Pomelli

La maniglie e i pomelli possono essere puliti con un detergenti per piatti ed un panno morbido.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Pulire l’acciaio inox

Lo sporco normale può essere eliminato con acqua ed un detersivo di uso comune.
Poi sciacquare con acqua calda ed asciugare. In caso di sporco resistente o macchie d’acqua raccomandiamo di usare un prodotto specifico per l’acciaio inox.
Questo in genere protegge lasciando una pellicola protettiva idrorepellente. Non utilizzare sostanze aggresive o abrasive.

Pulire l’alluminio

Rimuovere lo sporco il più presto possibile. Pulire gli elementi in alluminio solo con acqua calda o un detergente neutro.
Per pulire lo sporco resistente è raccomandabile un detergente di uso comune specifico per l’allumino con effetto preservante. Evitare l’impiego di detergenti abrasivi che potrebbero provocare graffiature nelle superfici. Vanno altresì evitate sostanze acide o a contenuto cloridrico, come ad es. limone, aceto, detergente spray per forno.

Superfici smaltate

Lo smalto è un rivestimento dalle caratteristiche del vetro e quindi è sensibile agli urti. Fare attenzione nel maneggiare oggetti duri e spigolosi.
Succhi di frutta lasciati a lungo a contatto con lo smalto possono causare macchie. Per evitare ciò sciacquare subito le superfici smaltate. Con l’uso quotidiano possono comparire graffiature e zone opache.
Naturalmente questi difetti sono al di fuori della nostra garanzia. Per la pulizia usare solo normali detergenti per la casa e in nessun caso abrasivi.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Lavelli in plastica

I lavelli da incasso sono fatti in materiale sintetico di qualità e resistente all’uso. Per la cura delle superfici vanno usati normali detergenti per la casa, ma non quelli in polvere. Lo sporco resistente può essere trattato con detersivo in polvere per lavastoviglie. I residui di calcare dell’acqua possono essere tolti con aceto o con anticalcare. Anche se il materiale è resistente contro tutti gli agenti chimici normalmente presenti in casa, raccomandiamo di sciacquare subito dopo l’uso. In genere il lavello non va usato come superficie per tagliare, dato che il coltello lascia i segni di tagli e graffi.

Pulire elementi in plastica

Cassetti, portaposate, vaschette, ripiani girevoli, cassettini, profili in plastica, frigoriferi e congelatori possono essere puliti con un detergente delicato e un panno inumidito.
Non utilizzare sostanze aggressive o abrasive.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Manutenzione delle parti mobili

Le cerniere, specialmente negli sportelli usati più frequentemente, vanno lubrificati una volta all’anno.
Questo vale anche per altre cerniere con snodi in acciaio. Tutte le componenti mobili in plastica non richiedono manutenzione.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Elettrodomestici

Attenetevi alle indicazioni per la manutenzione nel manuale d’uso del produttore. Tutti gli elettrodomestici sono forniti assieme al proprio manuale d’uso.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Piani di cottura in vetroceramica

Il piano di cottura in vetroceramica va sempre pulito dopo l’uso, dato che lo sporco residuo potrebbe bruciarsi e calcificarsi al prossimo utilizzo. Lo sporco leggero può essere tolto con un panno umido. Poi asciugare accuratamente! Evitare di far bruciare zucchero o alimenti contenenti zucchero (ad es. marmellata) nella zona di cottura! Toglieteli subito con un panno umido!
Lo sporco resistente, macchie d’acqua o di calcare, come anche le tracce metalliche lasciate dalle pentole, vanno tolti con detergente speciale per piani di cottura.
I residui bruciati vanno tolti quando sono ancora caldi con il raschietto a lametta. Attenersi alle raccomandazioni del produttore!

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Forni ad incasso

Attenetevi alle indicazioni per la manutenzione contenute nel manuale d’uso del produttore. Tutti gli elettrodomestici sono forniti assieme al proprio manuale d’uso.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Cappe

Le cappe vanno pulite regolarmente al fine di garantirne la piena funzionalità. Attenetevi alle indicazioni per la manutenzione nel manuale d’uso del produttore. Per evitare rigonfiamenti nei mobili la cappa va sempre tenuta accesa mentre si cucina.

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Lavastoviglie

Al termine del programma di lavaggio il lavastoviglie non va aperto subito, altrimenti il vapore che fuoriesce dalla macchina può causare seri danni al piano di lavoro sovrastante ed ai mobili attigui. Finito il programma, il vapore si condensa sulle pareti interne e defluisce.
Dopo circa 30 minuti si possono togliere le stoviglie senza problemi. Fate attenzione alla corretta applicazione della protezione antivapore sopra il lavastoviglie (sotto il piano di lavoro).
Leggete attentamente il manuale d’uso del produttore!

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

Vapore e calore

Per proteggere i mobili da vapore, umidità e calore offriamo diverse coperture di protezione. Evitate che vapore e calore provenienti da elettrodomestici come microonde, macchine da caffè, bollitori d’acqua e di uova non agiscano direttamente sui mobili!
Le ondate di vapore causano rigonfiamenti nei mobili.
Mentre si cucina accendere sempre la cappa!
Nel caso delle facciate in pellicola vengono consegnati armadi per accogliere fornelli con rispettivo profilo di protezione dal calore.

CONSIGLI PER LA SICUREZZA

L’utilizzo appropriato

I mobili e la loro dotazione tecnica sono stati concepiti per essere impiegati in cucina nella preparazione di pietanze e nelle operazioni connesse. I mobili da cucina non sono destinabili ad usi diversi da quelli sopra indicati. Questo vale in particolare anche per le dotazioni tecniche, come gli elettrodomestici forniti assieme alla cucina. Per questi vanno consultate le istruzioni d’uso di ciascun produttore. I genitori devono fare attenzione che i bambini non corrano pericoli giocando in cucina, dato che l’uso di elettrodomestici e accessori spesso sono una fonte di pericolo.
Evitare questi pericoli è compito dei genitori, come anche far sì che i bambini non si siedano sui mobili o vi si arrampichino sopra.

CONSIGLI PER LA SICUREZZA

Avvertenze

In queste istruzioni le fonti di pericolo sono contrassegnate dai seguenti simboli.

Attenzione, pericolo di vita
Questo simbolo avverte di pericoli di scosse elettriche.

Attenzione, pericolo di ferimento
Questo simbolo avverte del pericolo di azioni meccaniche.

CONSIGLI PER LA SICUREZZA

Massima portata

Armadi
50 kg per piedino (incl. peso del mobile).
Ripiani e ripiani in vetro
50 kg / m²
Cassetti / carrelli
incluso peso proprio per profondità corpo 560 mm:
30 kg per cassetto
30 kg per carrello / carrello interno
50 kg per carrello > 600 mm
65 kg per carrello > 1000 mm
Colonna estraibile
18 kg per cestello
peso totale max. 100 kg incl. accessori e frontale
Colonna dispensa Tandem-Solo con cestello estraibile
16 kg per cestello peso totale max. 100 kg incl. accessori e frontale
inkl. Beschlag und Front
Mobili angolari con ripiani girevoli estraibili (anche LeMans)
25 kg per ripiano estraibile
Carosello angolare (larghezza da 80 e 90)
20 kg per ripiano
Pensile angolare con ripiani girevoli
8 kg per ripiano
Armadio con estraibili Vario
12 kg per ripiano
Base con tavolo estraibile
25 kg

CONSIGLI PER LA SICUREZZA

Montaggio / Installazione

Per motivi tecnici e di sicurezza il montaggio dei mobili va effettuato esclusivamente per mezzo di personale qualificato. La base del montaggio è costituita dalla guida all’installazione. In fase di montaggio fare attenzione alla traccia delle condotte d’acqua, del gas e della corrente. L’installazione e l’allaccio di apparecchi elettrici o a gas come gli allacci idraulici devono essere effettuati da operatori specializzati in ottemperanza delle norme di sicurezza in vigore. Vanno altresì osservate le istruzioni per il montaggio dei produttori degli elettrodomestici.

CONSIGLI PER LA SICUREZZA

Pensili e mobili con fissaggio a muro

Nel fissare i pensili ed altri elementi alla parete (o al soffitto) bisogna assolutamente tener conto delle caratteristiche della parete stessa e del mobile. Va quindi utilizzato per ogni tipo di parete il materiale di fissaggio adatto, come ad es. le pareti leggere o cave, per le quali sono necessari particolari fissaggi disponibili presso i rivenditori specializzati.
La stabilità del fissaggio (incluse le proprietà della parete e del soffitto) va verificata nella fase di montaggio, in modo da evitare che a causa del carico possa verificarsi la fuoruscita del tassello. Il fissaggio corretto dei pensili e di altri mobili alla parete fa parte del montaggio, quindi non rientra nella responsabilità del produttore.

CONSIGLI PER LA SICUREZZA

Sicura antiribaltamento / Fissaggio a muro

Le colonne, le colonne estraibili, gli armadi Vario, le basi con carrelli ed i pensili laterali liberi devono essere sempre fissati al muro o a terra (sicurezza antiribaltamento). La guida all'installazione ne indica le modalità.

Colonne estraibili
Colonne
Pensili liberi

Avvertenza: gli armadi non assicurati rischiano di ribaltarsi o di cadere

CONSIGLI PER L’USO

Il cassetto

Descrizione
Il movimento dei cassetti avviene attraverso un sistema intelligente di guide in acciaio. Il sistema delle guide garantisce un movimento leggero e silenzioso, con un'elevata resistenza ai carichi che viene continuamente dimostrata mediante test di durata e sforzo. Tutti i cassetti e carrelli nella versione Professional hanno inoltre il meccanismo speciale Servo-Soft che garantisce una chiusura particolarmente morbida e silenziosa, senza sforzi per il materiale.

Concept Plus /Concept

Smontaggio dei cassetti:
Estrarre totalmente il cassetto Sollevare leggermente il cassetto. Riappoggiare il cassetto sulle guide ed estrarre.

Rimontaggio dei cassetti:
Estrarre totalmente entrambre le guide dall’armadietto. Appoggiare il retro del cassetto sulle guide fino al primo aggancio, sollevare leggermente, infine rimettere il cassetto sulle guide e spingere fino al completo aggancio.

Regolazione del frontalino del cassetto

Regolazione in altezza
Regolazione verso sinistra/destra

vedasi immagine sopra

CONSIGLI PER L’USO

La cerniera Clip

Regolazione dell’anta:
Togliere il coperchio.
Effettuare la regolazione a) in altezza, b) laterale e c) in profondità agendo sulle rispettive viti di regolazione. Rimettere il coperchio.

Smontaggio dell’anta:
Sfilare lateralmente la cerniera agendo sulla leva.

Montaggio dell’anta:
Posizionare le cerniere davanti alla basetta e spingere finché si agganciano con uno scatto.

CONSIGLI PER L’USO

Smontaggio e montaggio della fascia zoccolo

Il dispositivo di fissaggio della fascia zoccolo serve a garantire una tenuta migliore. Per smontare lo zoccolo anteriore premere la fascia zoccolo verso il basso e muovere il dispositivo di fissaggio verso sinistra.

Per montare la fascia zoccolo appoggiare la fascia al piede dello zoccolo, premerla sul pavimento e fissarla muovendo il dispositivo di fissaggio verso destra.

CONSIGLI PER L’USO

Scaletta zoccolo

Estrarre totalmente la scaletta dalla base.

Allargare la scaletta con le due mani (la sinistra alla fascia zoccolo, la destra al meccanismo di blocco).

Posizionare la scaletta in modo stabile. Il ripiegamento e la sistemazione nello zoccolo avvengono nella sequenza inversa.

CONSIGLI PER L’USO

Pulizia dell’armadio zoom

Tenete dietro il vetro appena aperto l'elemento posteriore del set di pulizia consistente in due parti. Posizionate l'elemento anteriore (quello col manico) sul vetro in corrispondenza di quello posteriore.
Adesso potete lasciare quest'ultimo, che viene attirato dalla calamita.
Potete chiudere completamente il vetro ed iniziare a pulirlo contemporaneamente sul davanti e sul retro dalla polvere.